Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 17 maggio 2017

Identificato come spam


Ennesimo commento - a questo articolo del Fatto - evidentemente etichettato come “Non Legittimo”:



SPAM. Il mio commento, le mie opinioni sono SPAM. Evidentemente che sia stato Seth Rich e non i tanto sventolati russi a fregare Clinton e DNC e’ una bufala, non e’ mica vero che di questo si parla. Ma anche se non fosse vero, l’importante e’ che le pecore i cittadini manco ne sentano parlare per sbaglio, le pecore i cittadini devono solo sentire un ronzare costante e ripetitivo su Trump associato a qualcosa di brutto, quando uno sente la parola Trump deve associare mentalmente solo “venduto ai russi”, “che ha abusato del suo potere” e simili. Come cani di Pavlov. Non devono aver dubbi che la narrazione dei merDia non sia l’unica e la vera. 




Commenti come questi vanno tutti bene, il mio no, e’ SPAM. 

Le “profezie di Michael Moore” (tz! come se anche i pro-trump non l’avessero detto in massa sin dall’inizio che lo avrebbero ammazzato o ci avrebbero almeno provato, complici i “suoi” amici del Partito Repubblicano) ... la Golden Shover, certo e Ruby Rubucuori e le troje e blablabla, il piddinoide tipo (e non solo) ci va a nozze con i pettegolezzi, le minchiate e il voyeurismo dai poveri ... le offese ai sostenitori di Trump (sempre fan, non puoi semplicemente preferirlo, nonostante faccia schifo, a quella “perla” della Clinton, no, se sempre un fan, un maniaco esaltato. E va bene.) ... lo “Zar” Putin .... va tutto bene, e’ tutto moderato, tutto legittimo, tutto ok. Il mio commento NO, e’ SPAM.


E va bene (si fa per dire). Continuiamo cosi’, facciamoci del male.









No, davvero, ma vi rendete conto come la narrazione ufficiale dei merDia e’ faziosa ed artefatta? Ora si scopre che quasi certamente e’ stato questo membro del partito democratico a far uscire i famosi leaks su Hillary - su cui nessuno ha approfondito, e cioe’ l’oggetto dei leaks: le porcate di Hillary e del Partito Democratico - e non i favoleggiati hacker russi con cui ci hanno massacrato i maroni per mesi e mesi ... ma non e' una notizia! Nulla, silenzio stampa! Guardate che e’ scandaloso. E costante. E' uno scandalo costante, giorno dopo giorno, da anni, da lustri ... probabilmente da sempre, ma negli ultimi anni e’ una roba degna del miglior Goebbels (ripeti una menzogna abbastanza volte e diventera’ una verita’).

La narrazione ufficiale e’ tutta una fuffata scandalosa. Il mostro Assad che stermina il proprio popolo (come prima Saddam e Gheddafi)... Trump pazzo e colluso-venduto ai russi ... l’UE e l’euro che proteggono ... i russi che “invadono” la Crimea ... intanto in Yemen niente, a Mosul niente, nessun crimine di guerra americano ... e’ tutta propaganda. Chiunque abbia il tempo e la voglia di informarsi un po’ in rete e in altre lingue ne scopre che la meta basterebbero a provocare conati di vomito. 


Niente, hanno deciso che la narrazione deve essere quella a punto. La gente deve bersela e zitta, supportare “il piano”. Che e’ sempre quello, alla fine aggredire la Russia (e l’Iran). Ci porteranno alla III Guerra Mondiale e i piddini e piddinoidi e anche i coglioni di destra saranno tutti li ad applaudire e a urlare “di piu’!”. Sigh. Marionette.



---

Oh! Ma come? Jeri tutti i TG ha pontificare con servizioni su come quel pazzo sadico sanguinaro Hitler di Assad sterminava la sua stessa ggente in forni crematori ... 




... ops, tutte cazzate! Ma quelle erano news, e il mio commento, per dire, SPAM. Commenti come il mio SPAZZATURA e la loro merda invece .. rettifica oggi nei TG delle minchiate sparate jeri, con tanto di cartone animato (visto coi miei occhi, credo fosse il TG1)? Si si, come no, speraci.


Oggi Trump ha parlato della peggiore e piu’ concentrata caccia alle streghe della storia americana (il suo legame coi russi, il suo aver rivelato “preziosi segreti di stato” all’ambasciatore russo.. e Comey.. e la Madonnina in carrozza ... sara’ una merda, sara’ un coglione, quel che vuoi, ma ha ragione! Allucinante.

Ed e’ tutta cosi’, tutta cosi’, tutta cosi’, tutti i santi giorni. Fake news a mezzo merDia di massa, balle, distrazioni, altre balle, mezzeballe, balle al 100%, distrazioni, distrazioni, balle, mezzeballe  ... tutta cosi’. 

Naturalmente nessun titolo di TG e manco di giornale, che io sappia, su Seth Rich .. quello e’ complottiiiiismo! (alla Aldo di Aldo, Giovanni e Giacomo). Macccerto ... bisogna proteggere la ggente da questi complottismi. Grrr. 


---

Tradotto su Come Don Chisciotte da HMG, da MoonOfAlabama. Sulle uccisioni di massa del sanguinario Assad: 

2. A febbraio, Amnesty International (che promuove gli interventi della NATO) ha pubblicato una relazione ad effetto su presunti omicidi nelle prigioni siriane. Come scrivemmo al tempo: 
“Un nuovo report di Amnesty afferma che il governo siriano ha impiccato tra i 5.000 e i 13.000 prigionieri in un carcere militare in Siria. Non c’è nessuna prova, si basa tutto su fonti anonime. I numeri stessi sono stime che nessuno scienziato e nessuna corte accetterebbe mai. È fantascienza, come dimostra il titolo del documento, “Mattatoio umano”. 
Il Dipartimento di Stato americano ora riutilizza questa falsa relazione e ci aggiunge immagini satellitari, mal interpretate, per diffamare ulteriormente il governo siriano: 
Stati Uniti: Siria brucia corpi per nascondere la prova delle uccisioni di massa.
Nelle sue ultime accuse, il Dipartimento ha dichiarato di credere che circa 50 detenuti al giorno vengano impiccati nella prigione militare di Saydnaya, circa 45 minuti a nord di Damasco. Molti dei corpi sono [sarebbero, condizionale magari visto che si parla di “credere"? Er] poi bruciati in un forno crematorio “per coprire l’entità degli omicidi di massa che si verificano”, ha dichiarato Stuart Jones, il principale diplomatico statunitense per il Medio Oriente, che accusa il governo di Assad di sprofondare “in un livello ancor maggiore di depravazione”. 
Il dipartimento ha rilasciato fotografie satellitari che mostrano quel che è descritto come un edificio carcerario, modificato per ospitare il forno. Le foto, riprese nel corso di diversi anni a partire dal 2013, non dimostrano che l’edificio sia un crematorio, ma mostrano una costruzione che può sembrarlo.
Se ce ne fosse uno nella prigione Saydnaya, come mai nessun testimone di Amnesty ne ha parlato nella recente relazione? Questi testimoni sono stati in quella prigione e hanno osservato tutti i dettagli. Hanno detto che tutti i morti vengono sepolti in tombe di massa. 
Un esperto militare olandese ha esaminato le immagini del satellite e l’interpretazione che lo Stato ne dà e si chiede: 
Ian Grant @Gjoene – 6: 2 PM – 15 maggio 2017
È uno scherzo @StateDept? Anche prima del 27 agosto ’13 queste “aperture” erano presenti. Vedasi i filmati allegati da Terraserver.com (03 aprile ’13) #Sednaya
Un altro specialista approfondisce: 
Aldin Abazović @CT_operative – 5:33 – 15 maggio 2017
Immagini che mostrano il presunto forno crematorio della prigione di Saidnaya, #Damascus #Syria. Per quanto non mi piaccia parlare di questo argomento, queste foto non dimostrano nulla. L’edificio potrebbe essere una semplice caldaia o un locale di riscaldamento per la struttura carceraria. A meno che non si effettui una visita, non c’è modo di dimostrare alcunché. È facile manipolare immagini satellitari. Basta mettere un’etichetta x sulla cosa y. Non posso confermare quale particolare parte della prigione sia né per cosa sia utilizzata. 
Il Dipartimento di Stato non ha alcuna prova a riguardo, tranne la relazione di cui sopra, che non dice nulla di un crematorio, e alcune immagini satellitari che non mostrano ciò che il dipartimento asserisce. 
Si vuole gettare fango sul governo siriano sperando che ciò faccia effetto. Questo rilascio di non-notizie creerà alcuni titoli nelle pubblicazioni “occidentali”. Probabilmente è propaganda per una guerra ancor più ampia in Siria.


Sulla barzelletta di Trump venduto ai russi (un miliardario! Venduto.. solo questa fa un tantinello ridere. Solo un pochino):

3. Il deep state ce la sta mettendo tutta per ottenere l’impeachment di Trump. Ieri è stata lanciata una nuova, ben preparata e coordinata campagna contro di lui. 
Anonime dichiarazioni al Washington Post sono state “confermate” da affermazioni analoghe a Buzzfeed, da (probabilmente) le stesse fonti. Le voci possono anche avere un fondo di verità, ma le conseguenze pratiche, ancorché pompate, sono innocue. WaPo:
Trump ha rivelato informazioni altamente riservate al ministro degli esteri e all’ambasciatore russi
Il presidente ha rivelato informazioni molto riservate in una riunione alla Casa Bianca della settimana scorsa, secondo attuali ed ex funzionari di Washington, che hanno aggiunto che le divulgazioni di Trump hanno messo in pericolo un’importante fonte di intelligence sullo Stato Islamico.

(Hmm – come fanno a sapere “ex funzionari” cosa è stato detto nell’ufficio ovale e con quali conseguenze?). Ci vogliono sei paragrafi di calunnie per scoprire cosa sia stato divulgato
Trump è andato fuori script e ha iniziato a parlare di una minaccia terroristica dell’ISIS legata all’uso di laptop in aereo

Hahahahahahahaha! Capito? Trump “s’e’ lasciato sfuggire con Lavrov che i terroristi di ISIS potrebbero usare i laptop in aerei civili come arma. Minchai! Che rivelazione di segreti militare statunitensi al nemico! Pazzesco, tutto sto casino mediatico scandalistico propagandistico .. per questo ?!? Allucinante.

Questo è un metodo arcinoto ad Al-Qaeda nella penisola araba. Se l’ISIS in Siria ha copiato questo modus operandi è interessante, ma non sensazionale. 
Potrebbe essere un po’ più interessante sapere dove si stiano preparando queste operazioni, ma su quante città l’IS effettivamente governa? 
Il consigliere di sicurezza nazionale McMaster, che era nella stanza, nega ufficalmente (addirittura al paragrafo otto!) che fonti o metodi siano stati rivelati
L’unica notizia è che Trump ha dato a Lavrov un suggerimento su una minaccia terroristica
Se Putin avesse appreso di un potenziale attacco ISIS su un aereo americano, vorreste che condividesse tale informazione col governo U.S.A.? Certo che sì. 
Ma Buzzfeed e altri organi anti-Trump soffiano sul fuoco, e quelli di Lawfare si scatenano: 
Se il presidente ha spifferato queste informazioni, allora ha violato il suo giuramento. 
Follia totale. Trump avrebbe offerto tali notizie come parte del suo accordo con il governo russo. Lo scambio di intelligence è un’attività regolare anche tra parti che abitualmente non si amano. È nell’interesse di tutti farlo. Che esso sia avvenuto, e anche se implicava alcuni dettagli importanti, non è una notizia. 
Peggio: e' invece il pubblicare che tale discorso sia avvenuto che può aiutare i terroristi. Come dice Emptywheel :
queste fonti molto scandalizzate sono proprio loro che stanno [..] condividendo informazioni che sono così delicate. 
Se divulgare le informazioni date dal presidente è così scandaloso, perché le fonti le danno ai media globali? Perché WaPo e altri le pubblicano?   
Trump è stato eletto col sostegno dell’esercito americano. La Clinton era spalleggiata da corporation ed intelligence (power triangle). Ha vinto il primo. Ora l’intelligence del deep state, coadiuvato dalla parte danarosa del Partito Democratico, vuole farlo fuori. Il costante fuoco di notizie false contro di lui prepara solo il terreno. 
I tre esempi di fake news di cui sopra non contengono alcuna notizia. Il loro unico scopo è quello di influenzare i lettori esagerando piccoli fatti. 
Questa propaganda spudorata, senza contraddittorio, mette in pericolo il funzionamento della democrazia. Il quarto potere è ora solo uno strumento di manipolazione. Non ha più alcun valore.

Per la persona media una via d’uscita da questo attacco è quella di cercare, utilizzare e promuovere fonti alternative. L’altra è di arrendersi.
---

Bellissima questa frase di zio Jesse:

Trump is not the problem— he is a symptom.

9 commenti:

  1. Risposte
    1. Mi sta TROPPO sul cazzo che sia VIETATO AVERE OPINIONI DISCORDANTI e che ti censurino notizie che COME MINIMO dovrebbero dare e discutere.

      A casa mia una roba del genere si chiama fascismo. Senza olio di ricino e manganelli (per ora?) ma sempre fascismo.

      E’ il fascismo soft del XXI secolo (soft, again, per ora?). Una forma geniale di neofascismo, fascismo ma con una pelle di “diritti dei diversi”, viva bello abbasso brutto, politically correctness, “diritti” ... ma in nuce, nelle cose vere, fascismo: tutto controllato da multinazionali e enti non eletti (FMI, BCE, Commissione Europea), democrazia sempre meno e “controllata”, massiccia propaganda martellante a senso unico, pensiero unico, There Is NO Alternative, diritti del lavoro e stato sociale sempre piu' risicato, moneta controllata da non si sa bene chi (chi rappresenta, a chi risponde Draghi? Guarda caso i trilioni dei QE vanno tutti sempre a banche e fondi e mercati..), ecc. .. e IL TUTTO CON LA BENEDIZIONE DEI “POPOLI DELLA SINISTRA”.

      Pazzesco.

      Geniale.

      Elimina
    2. .. per non parlare di come queste elite di non eletti e i loro grandi capi d’oltreoceano, le grandi banche USA, il deep state americano fatto di lobby sioniste e produttori di armi e “per un nuovo secolo americano” stanno con tutta questa propaganda preparando il terreno dell’opinione pubblica per fare altre guerre in MO e per farci massacrare - forse, si spera di no - NOI EUROPEI contro il LORO nemico, la Russia, in una guerra mondiale aperta.

      Allucinante.

      Elimina
  2. Come dice Blondet, sono i "padroni del discorso", c'è veramente poco da fare. Ormai anche il continuare a pensare con la propria testa va visto come una vittoria. E chi non vuole diventare un paria sociale certe opinioni deve imparare a tenersele per sé.

    Io sono sempre più pessimista, perché cambi veramente qualcosa ci vuole davvero un reset di qualche genere. Una guerra, una crisi enorme o un altro shock di proporzioni epoocali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch’io la vedo gnara .. e anche peggio degli altri, in un certo senso, perche’ il discorso della finitezza delle risorse e del costo dell’energia manca nelle teste di quasi tutti, anche in quelle dei commentatori-blogger alternativi, di qualsiasi parte (Borghi come Bassi, come Bagnai, come Rebuffo, come anche, mi pare, Blondet ... (quante B.. un compotto! ;D)

      Il fatto stesso che tutto la baracca stia scricchiolando da un decennio almeno secondo me non e’ separato dalla questione del prezzo del petrolio e dalla questione delle risorse in generale.. e’ una serie di nodi che arriveranno al pettine - debiti, finanza, tecnologia, risorse, popolazione, .. - nei prossimi decenni.

      Elimina
  3. Il popolo è dappertutto un buon fanciullo.che si può educare,senza dubbio. Theodor Herzl"Lo Stato Ebraico."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amen. Specie finche' ha da magnare e da distrarsi. Poi diventa una bestia senza testa che si dimena (penso alla mia esperienza “traumatica” al concerto gratuito dei Pink Floyd a Venezia ormai eoni fa ;D ... un’esperienza mooolto educativa sul concetto di “folla”)

      Elimina
  4. beh comunque non gettare la spugna, noi ti si legge sempre volentieri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. finche’ non mi saro’ definitivamente scassato i marons e/o arriveremmo al bastone ed olio di ricino e gulag di rieducazione ;D

      Elimina